• Home
  • Notizie
  • “Nel cuore della vita” l’ultimo libro di Mons. Nunzio Galantino è stata un’occasione di attenta riflessione, anche sul nostro modo di lavorare.
Da sinistra: Monsignore Filippo Melone sacerdote parrocchia di San Luca a Casapulla (CE) nella cui chiesa è stato presentato il libro; Giacomo De Felice; Mons. Nunzio Galantino; Roberto Ricciardi Presidente BCC Terra di Lavoro; Luigi Ferraiuolo, giornalista e redattore di Tv2000.

“Nel cuore della vita” l’ultimo libro di Mons. Nunzio Galantino è stata un’occasione di attenta riflessione, anche sul nostro modo di lavorare.

“Per imparare a conoscere meglio noi stessi, dobbiamo allora provare ad ascoltare davvero la nostra voce, a leggere con attenzione il modo con cui entriamo in relazione con gli altri”.

Monsignor Nunzio Galantino, vescovo e presidente dell’Apsa, l’Amministrazione del Patrimonio della Sede Apostolica, “Don Nunzio”, come lo chiamavano i suoi parrocchiani e gli allievi all’Università, con le sue meditazioni si chiede introducendo la presentazione del suo ultimo libro Nel cuore della vita: “(…) possiamo vivere in pace o rivalità, con ragione e rispetto, con odio o equilibrio ma dovremmo farlo con maggiore consapevolezza della realtà, indagando l’autentico significato delle parole e dei sentimenti, dei pensieri e delle azioni. Perché solo avvicinandoci al senso e alla forza della Parola possiamo provare a comprendere il mistero dell’uomo e scoprire la vera ricchezza che è dentro ognuno di noi, contribuendo tutti insieme a prenderci cura del mondo in cui viviamo.”

Questa riflessione in Sagres l’abbiamo trovata molto profonda e collegata al nostro lavoro quotidiano.
Ogni giorno la nostra cifra stilistica e professionale vuole e deve essere improntata nel cercare di mettere in relazione le persone tra loro.
Persone con esigenze e interessi diversi.
Quando ci occupiamo di gestione del credito commerciale, quando facciamo da contact center o quando ci occupiamo di customer experience e cerchiamo di rappresentare la voce del cliente tra i clienti finali e i nostri committenti, sentiamo forte il richiamo di questa intima riflessione. Perché Sagres vuole essere sempre mediazione verso le piccole pacificazioni per dare un senso profondo al lavoro di ognuno.

Il nostro mestiere è quello di usare le parole e per questo “vogliamo essere attenti, precisi, accurati, accoglienti, entusiasmanti, autentici, in grado di smuovere cambiamenti, colmare le distanze, abbattere i pregiudizi, alimentare pensieri creativi e infondere speranza” come ha affermato ieri Giacomo de Felice il nostro amministratore unico, intervenendo all’evento di presentazione

“La cultura alta, la filosofia e la riflessione teologica capaci di accarezzarci l’anima sono praticamente inesistenti al giorno d’oggi. Far si che Terra di Lavoro possa giovarsi di un momento simile, anche per i nostri lavoratori, è una grande gioia».
Per questo siamo stati lieti di essere riusciti a costruire, coadiuvando la BCC Terra di Lavoro S. Vincenzo de’ Paoli con il suo presidente Roberto Ricciardi, questo evento che ha visto dialogare monsignor Galantino e il giornalista Luigi Ferraiuolo, presso la chiesa di San Luca a Casapulla, ospitati dal gentilissimo Don Filippo Melone.

E lo abbiamo fatto come sempre con entusiasmo (ἔνϑεος: èn-theos, in Dio).

 

 

Siamo pronti ad
ascoltarvi

Raccontateci le
vostre sfide

Siamo pronti ad
ascoltarvi

Raccontateci le
vostre sfide

Compila il modulo
riceverai subito la presentazione aziendale 
e sarai ricontattato a breve da un nostro consulente

Privacy

logo sagres

© Sagres. srl All rights reserved.

P. iva: 07676810968